Shopping Cart
Your Cart is Empty
Quantity:
Subtotal
Taxes
Shipping
Total
There was an error with PayPalClick here to try again
CelebrateThank you for your business!You should be receiving an order confirmation from Paypal shortly.Exit Shopping Cart

COLTELLO VS COLTELLO

La cronaca riporta alla realtà coloro che pensano sia improbabile trovarsi a dover gestire un'aggressione armati di coltello vs coltello o coltello vs mani nude. Sono frequenti episodi di bullismo, accoltellamenti per gelosia, ladri in casa e scene di ordinaria violenza. Purtroppo la vita di oggi, senza frontiere, controllo, in crisi, con imprevedibili attentati terroristici ha creato situazioni violente, tutt'altro che rare, in cui Il coltello è usato come arma letale, silenziosa e facile da nascondere!

Premettiamo che il nostro studio è rivolto principalmente ad una realtà militare in cui, nelle missioni di peacekeeping/peaceenforcing, il coltello e la baionetta sono armi d'ordinanza e pertanto saperli usare in combattimento dovrebbe essere d'obbligo! 

La commercializzazione delle arti marziali e "il business di marzialisti" istruttori in pochi giorni, ha creato false illusioni a chi ricerca sicurezza in un sistema di difesa efficace.

La maggior parte delle tecniche anti-aggressione da coltello sono insegnate da istruttori che non ne conoscono il maneggio in sicurezza. Pertanto, non si tengono in considerazione la velocità d'attacco, gli angoli fondamentali, le inquartate, il foot work e la violenza psico/fisica di uno scontro armato che, in palestra, non potrai mai riprodurre la relaltà (si rimane sempre nel rispetto dello sparring partner e dell'amicizia! I simulacri d'arma non consentiranno mai di avere uno scenario paragonabile al reale).

Perchè è importante saper usare il coltello nella difesa personale? Sicuramente per capire quello che si sta facendo. Il combattimento con l'arma bianca è una cosa cruenta e pericolosa! Senza consapevolezza, ogni sforzo, atto ad apprendere una forma mentis positiva, sarà vano.

Diffidate da chi vi insegna a reagire a colpi comandati con parata, bloccaggio e disarmo. Sappiate che, nella realtà, tutto questo non sarà possibile se non come "meccanismo di chiusura" di uno scontro che avrà già raggiunto l'apice dei danni e della violenza sul nostro corpo. Per meglio spiegare quest'ultimo concetto diciamo che i colpi d'arma bianca non sono prevedibili, hanno un'esposizione a bersaglio brevissima (a volte di frazioni di secondo), sono violenti e ripetitivi e una volta andati a segno attiveranno subito panico e reazioni fisiche debilitanti (debolezza, vertigini, svenimenti). La cosa positiva, al contrario di ciò che si possa pensare, è che nel caso si venisse colpiti, anche in punti letali, la morte non sarà per forza immediata e si potrà cercare di portare a casa la pelle, anche se gravemente feriti, trascinando con noi l'aggressore.

La difesa da armi da taglio deve essere vista come: Extrema Ratio!!!!

CONTENUTI

CONTATTACI

This site uses Google reCAPTCHA technology to fight spam. Your use of reCAPTCHA is subject to Google's Privacy Policy and Terms of Service.

Grazie per averci contattato. Ti risponderemo il prima possibile.
0